Distribuisci il tuo prossimo singolo con TikTok gratuitamente.

Scritto da Suzanne Paulinski

Non assistevamo ad un tale cambiamento dall’invenzione di Napster, quando la principale fonte di guadagno del settore musicale -ovvero la vendita di CD- è stata duramente intaccata dalla nascita di questa piattaforma. Altre fonti di guadagno più tradizionale sono comunque sopravvissute nel tempo, e il modo in cui le persone si trovavano per ascoltare musica dal vivo non ha mai subito un grosso cambiamento.

Oggi invece, chiunque provenga dal mondo dei tour/conferenze/festival e performance live in generale si trova in grave difficoltà. In questa categoria sono compresi proprietari di locali, agenti, tour manager, promoter, speaker, dipendenti di discoteche, tecnici del suono, lucisti, autisti, venditori; oltre a, ovviamente, gli artisti stessi.

Manager, agenti, proprietari di locali e tutti gli altri professionisti del dietro-le-quinte si trovano a dover riprendere in esame le loro capacità e trovare nuovi modi di servire i loro clienti/audience. Per esempio, tour manager possono trovare una seconda carriera come promotori di festival online, mentre tecnici del suono e lucisti possono focalizzarsi su una clientela che lavora tramite YouTube o podcast; per qualsiasi altro professionista, insegnare la propria arte può rivelarsi un’ottima fonte di guadagno.

I musicisti, invece -nonostante il palco possa mancare come l’aria- possono far fruttare la loro abilità di interagire e connettere con i fan per continuare a cavalcare i canali social tramite dirette e broadcast.

Il più grande ostacolo per la maggior parte degli artisti non è tanto capire quanto riusciranno a guadagnare, ma piuttosto stabilire se sia effettivamente il caso di costruire nuovi canali e reinventarsi.

È giusto lucrare in questo momento?

Tutti dobbiamo pagare delle spese e guadagnarci da vivere; ma con così tante persone che stanno perdendo il lavoro, combattendo per la salute e perdendo i loro cari, è giusto che alcuni artisti lucrino su delle persone che non hanno più la stessa disponibilità economica di un tempo? Sono la musica e l’intrattenimento due settori per cui vale la pena spendere soldi quando c’è una grave mancanza di lavoro essenziale?

Lo so che probabilmente ci stai pensando; e ti dirò una cosa: non sta a te decidere come ognuno voglia spendere i propri soldi e non sta a te determinare se qualcuno abbia abbastanza soldi per acquistare quello che stai offrendo o meno. Inoltre, sappi che il termine “essenziale” è del tutto soggettivo; per molti la musica e l’intrattenimento sono essenziali, e senza di essi la vita in questo periodo sarebbe anche peggiore.

Quello che puoi davvero controllare è quello che produci tu, il valore che gli dai e la sua diffusione.

Posso guadagnare abbastanza muovendomi esclusivamente online?

La risposta è: assolutamente si! La questione, piuttosto, è: che tipo di venditore vuoi essere?

Tutti musicisti tendono a evitare di vendere e promuovere la propria musica perchè si sentono come dei rivenditori di macchine usate. Ma ripeto, hai il pieno controllo di come vendere le tue creazioni. La questione precedente, riguardante se sia giusto vendere musica o meno in questo momento, dipende dalle tue capacità di promuoverti senza apparire disperato, fastidioso o egoista.

Nonostante ci siano una miriade di corsi per imparare come promuovere te stesso e la tua musica online, c’è un’unica vera regola che non devi mai scordare: mostrati sempre al servizio degli altri.

Piuttosto che postare costantemente del tuo nuovo singolo, di come stia andando bene e di come lo eseguirai in diretta il giorno tal-dei-tali, focalizzati sul mostrarti al servizio dei tuoi follower. Prendiamo due esempi:

“Nuovo singolo appena uscito! Andate tutti su Spotify e seguitemi, ho bisogno di più streaming!”

contro

“So che questo è un periodo difficile, lo è per tutti noi; quindi ho scritto questa nuova canzone per donare un po’ di sollievo alla vostra giornata. Potete ascoltarla qui. Spero che possa esservi d’aiuto. Lasciate un commento se vi va, mi farebbe molto piacere sentire come state”

Quale dei due pensi che possa coinvolgere maggiormente il tuo pubblico?

Ricordandoti semplicemente di essere empatico (una caratteristica che quasi tutte le persone creative possiedono naturalmente) e mostrandoti pronto a prestare aiuto alla tua comunità, potrai instaurare un’ottima relazione di fiducia. Proprio la fiducia, infatti, è fattore determinante per avviare una solida fonte di guadagno.

Vendi la tua musica. Promuovi la tua arte. Fai pagare un biglietto per i tuoi show. Lascia che le persone ti supportino come ringraziamento del tuo stesso supporto.

Quale cifra dovrei richiedere?

Questo dipende da quanto sei connesso e quanta fiducia ti danno i tuoi seguaci. Amanda Palmer può facilmente guadagnare decine di migliaia di dollari al mese anche in questo periodo poiché ha provato ai suoi fan che potranno sempre e comunque trovare del valore aggiunto nelle sue creazioni e nel suo lavoro.

Forse hai appena iniziato. Forse non credi sia il caso chiedere 10€ o 20€ per i tuoi live in streaming. Ma puoi sempre offrire un link per una libera donazione. Come Amanda stessa ha dichiarato: devi chiedere per ottenere. Tu determini il valore della tua arte.

Magari nessuno all’interno della tua comunità scaricherebbe un album per 5€. Se ci hai già provato e non hai notato alcun risultato, chiedi aiuto per disegnare una bella t-shirt. Poi vendi loro la t-shirt per 5€ e aggiungici il tuo album come omaggio. Prova. Rimarrai sorpreso di vedere quanta gente sia disposta a spendere per la tua arte; devi solo focalizzarti su come prestare loro servizio piuttosto che servirti di loro.

Devo dire addio alle mie vecchie fonti di guadagno?

Solo il tempo ci rivelerà quando potremo ri-iniziare ad andare in tour e in quali modalità. Nel frattempo una cosa rimarrà invariata, ovvero l’importanza degli streaming nel costruire una carriera musicale di successo. Quindi, se ancora non sai bene come trasformare i tuoi vecchi incassi live in guadagni streaming, ti presento tre punti facili e veloci per aiutarti ad iniziare:

Vendere biglietti per concerti live → vendere biglietti per live streaming/ offrire link donazione per serate a tema con richieste e relative cover

Vendere merchandise durante gli show → vendere merchandise esclusivo/edizione limitata online con percentuale per causa no profit

Insegnare a scuola → insegnare virtualmente con riduzioni per gruppi (più guadagno per te, più risparmio per i tuoi studenti) o vendere corsi pre-registrati ad un pubblico più numeroso.

Ricordati semplicemente una cosa molto importante: l’amore per la musica non svanirà mai. Il modo in cui gli utenti potranno esperirla potrà cambiare, ancora e ancora; ma ci sarà sempre bisogno della tua arte. Fai un respiro profondo, scrivi su un foglio quali sono le tue qualità migliori e fai ciò che ti esce meglio: sii creativo! Pensa fuori dagli schemi, sperimenta e dacci dentro su quello che funziona.

Tags:

La Nostra Playlist

Non Perderti Nulla

Iscriviti Alla Nostra Newsletter