Scritto da Alper Tuzcu

Ti sei mai chiesto perché alcune canzoni vengono ascoltate e inserite in varie playlist più di altre? O non ti sei mai chiesto come guadagnare di più assicurandoti entrate fisse ogni mese? Usando i dati offerti da piattaforme streaming come Spotify e Apple Music puoi prendere decisioni più mirate e creative.

In questo post voglio offrirti cinque modi per usare alcuni dati offerti proprio da queste due piattaforme per dare boost ai tuoi ascolti e creare nuove fonti di guadagno per la tua carriera.

1. Analizza le canzoni e generi di maggiore successo (ascolti, downloads, posizione)

Per iniziare, apri la dashboard della piattaforma streaming che preferisci (Spotify for Artists o Apple Music for Artists) e analizza gli andamenti dei tuoi pezzi. Dando un’occhiata ai tuoi dati streaming, puoi facilmente capire quale pezzo stia andando meglio degli altri. Ciò significa che puoi facilmente capire anche quale stile vada per la maggiore o in quale nazione e fascia demografica sei più ascoltato grazie ad analisi di genere, età e luogo. Se usi TuneCore per pubblicare la tua musica, in aggiunta puoi usare anche report di Music Sales per analizzare ulteriormente gli andamenti di tutte le tue tracce.

In oltre, puoi vedere quali delle tue canzoni siano state effettivamente salvate e in quali librerie. Il numero di “save” è molto importante, poiché la mole di streaming e ascolti -di per sè- potrebbe non essere abbastanza per capire gli andamenti di determinate tracce. Una canzone potrebbe essere inclusa in una playlist importante e potrebbe generare molti streaming; ma ciò non significa che gli ascoltatori stiano effettivamente interagendo con il pezzo. Al contrario, sapere quante volte le tue canzoni siano state salvate, indica più precisamente quanto gli ascoltatori le stiano apprezzando. Infatti, solo se gli utenti hanno salvato le tue creazioni nella loro libreria significa che vogliono ascoltarle più e più volte.

La prima cosa da fare quando analizzi i tuoi dati è definire quali siano le tue cinque canzoni più ascoltate e capire perché generino più successo delle altre. Annotati il loro stile e genere musicale. Controlla se sono state aggiunte in qualche playlist. Capire quali canzoni sono più apprezzate di altre ti aiuterà a crearne altre della stessa pasta e, quindi, di successo.

2. Ricerca playlist conosciute e parole chiave/ keywords

Un’altro modo interessante per utilizzare al meglio questi dati è capire come funzionano le playlist. La prima cosa che dovresti fare quando trovi una playlist influente è cercare di capire il motivo per cui abbia tanti follower. Cosa la rende così interessante? Forse il titolo contiene delle parole che attirano l’attenzione? Si focalizza su un genere specifico? Cerca di porti questo tipo di domande per capire il motivo del suo successo.

Playlist di musica pop e upbeat saranno sempre molto ascoltate, ma quello che è davvero interessante è capire perché playlist di altro genere funzionino ugualmente bene. Una delle parole chiave più digitate per la ricerca di playlist è “chill”, per esempio. Se ricerchi “chill” su Spotify, troverai una miriade di playlist che spaziano dal reggae alla trap a bossa nova. Ed è proprio così, tutte -a loro modo- sono “chill”; soprattutto al giorno d’oggi, periodo in cui il “mood” determina una raccolta di canzoni quasi più del genere musicale che le accomuna. Vien da sè, dunque, che ognuno abbia la propria versione di “chill” quando si parla di musica; ma cosa rende una playlist “chill” più gettonata di un’altra? Cercare di capire le scelte dei suoi ascoltatori può darti una dritta nel capire i dati di tale playlist, il che ci porta al punto seguente:

3. Valuta quale degli stili e generi più popolari ti rispecchia maggiormente

Mentre stai facendo la tua ricerca di playlist migliori, potresti imbatterti in certi generi musicali più spesso che altri; il che potrebbe spingerti a creare musica proprio di quel genere molto gettonato. Questa è una strategia comprovata e del tutto legittima; ma non dimentichiamoci che per essere un artista di successo è molto importante rimanere autentici e mantenere una certa consistenza. Poniamo il fatto che tu abbia scoperto che House Music e Bossa Nova siano due generi che stanno andando alla grande; vuoi fare un pezzo che possa avere lo stesso successo: quale dei due generi dovresti scegliere? La risposta dipende dal tuo grado di autenticità. Quale ti fa sentire più a tuo agio? Una traccia house potrebbe sembrare alquanto strana nel tuo repertorio. Ma se invece sei un cantautore con qualche influenza elettro, allora la traccia house potrebbe essere la tua scelta migliore. Ma non dimenticare: non ci sono regole vere e proprie quando si parla di musica. Per esempio, il primo album di Rosalia era formato da sole canzoni flamenco composte con vocali e chitarre. Due anni fa, però, ha deciso di buttarsi nel reggaeton; quindi ora sta facendo una miriade di pezzi di questo genere, scalando le vette delle classifiche con artisti famosi come J. Balvin, pur producendo ancora qualche pezzo flamenco qua e là. Se senti che un cambio di genere possa essere del tutto giustificato -anche solo per qualche canzone-, allora non dovrai porti alcun problema. Buttati.

4. Crea la canzone e buttati.

Dopo aver fatto la tua ricerca e aver capito quale tipo di tracce potrebbe avere successo, possiamo tuffarci nella fase di produzione. La cosa fondamentale a questo punto è mantenere integra la tua identità artistica, pur adottando un nuovo twist e una prospettiva più fresca. Il resto dipende tutto da te. Quando ti sentirai pronto per pubblicare la tua canzone potrai distribuire il tuo pezzo a tutte le piattaforme più importanti del mondo tramite TuneCore. Possiamo dunque saltare alla prossima fase, che è: puntare una playlist.

5. Promuovi la tua canzone a varie playlist

Questo punto è strettamente connesso al #2 “Ricerca playlist conosciute e parole chiave/ keywords”. Per poter promuovere la tua nuova canzone in modo strategico, devi prima ascoltarti varie playlist e cercare di capire che tipo di pezzo potrebbe apprezzare i loro curatori. Non appena avrai trovato un paio di playlist che pensi possano fare al caso tuo, trova il loro curatore e mandagli un messaggio breve ma conciso. Il tuo messaggio dovrebbe includere una descrizione veloce del tuo pezzo e un suo link. Assicurati di seguire le loro playlist e condividerle sui tuoi social. Mostrare reciprocità è molto importante quando ti approcci a qualcuno. In fine, i posizionamenti di playlist generate dagli utenti sono perfetti per far accrescere i tuoi numeri e le tue analytics!

Pensiero finale

Questo post dovrebbe darti un buon inizio per analizzare i tuoi dati e capire quali canzoni possano fare più successo di altre e perché. In quanto artisti, siamo abbastanza fortunati ad avere tutti questi dati a portata di click. Sono tutte informazioni utilissime che, solo pochi anni fa, erano del tutto impensabili da raccogliere se non per etichette molto importanti. Usando queste informazioni possiamo prendere decisioni più creative e strategiche, e quindi dare un’ottima spinta ai nostri introiti.

Tags:

La Nostra Playlist

Non Perderti Nulla

Iscriviti Alla Nostra Newsletter