Tutti ormai abbiamo visto almeno una volta quel meme che imperversa sui social dove, durante la piaga del 1400, quel matematico -prima sconosciuto- risolse problematiche impossibili proprio durante quegli anni di grave crisi; o di quell’artista che creò progetti pazzeschi durante la pandemia del 1600: e di quel inventore che, durante la Grande Depressione, creò uno strumento che cambiò la vita del mondo intero.

Temo che presto inizieranno a dire che anche Steve Jobs a suo tempo creò l’iPhone proprio mentre rinchiuso in un seminterrato con i figli, lontano dal resto del suo team di lavoro.

Tutte queste storie incredibilmente esagerate, pensate per farci scattare un senso interiore motivazionale, spesso in realtà ci fanno sentire in difetto trasmettendoci l’ansia di dover per forza essere ancor più produttivi del solito.

I falsi miti che imperversano in questo momento sono (1) che c’è un certo modo in cui dovremmo usare questo tempo in quarantena e (2) che all’improvviso abbiamo più tempo del solito.

Come prima cosa, non c’è un modo corretto e uno sbagliato per utilizzare il nostro tempo ma si tratta di una tua scelta. Tutti infatti ci troviamo a dover combattere battaglie insolite – dalle malattie mentali, ai parenti malati, alla mancanza di denaro per medicine/cibo e alla mancanza di interazione sociale.

Alcuni di noi sono anche contenti di starsene un po’ a casa, ma stanno facendo fatica a pagare le bollette; mentre altri non hanno grossi problemi finanziari, ma stanno soffrendo la mancanza di libertà e la sedentarietà.

Alcuni di noi si sono trovati la vita completamente ribaltata e sono costretti ad apprendere nuove capacità per poter sopravvivere; mentre altri hanno dovuto mettere piani importanti in stand-by per aiutare i propri cari in difficoltà.

Da qualunque lato guardi la questione, ci troviamo davanti a qualcosa di mai visto prima; tutti.

Mentre alcuni potrebbero pensare “Ora è il momento giusto per fare quella cosa che ho sempre rimandato perchè non avevo abbastanza tempo”, ora per assurdo devono fare i conti con una realtà totalmente diversa.

Non abbiamo più tempo – bensì ne abbiamo meno, poiché ora dobbiamo spenderne molto per gestire il nostro stress e per imparare ad adattarci a cambiamenti inaspettati e imprevedibili.

Tutte quelle promesse che abbiamo fatto a noi stessi, quelle promesse che giuravamo di mantenere non appena “avremmo avuto tempo”, non valgono adesso. Quindi non dobbiamo giudicarci e abbatterci: non possiamo mantenere le promesse in quanto non siamo in quella situazione idilliaca che ci eravamo prefissati.

In quanto imprenditori nel mondo della musica ci troviamo ad affrontare ciò che viene chiamato Fatica Decisionale – ovvero quella sensazione di stanchezza dovuta dal dover costantemente prendere decisioni trasportando il peso di non potersi permettere di sbagliare – e questo succede in una giornata tranquilla-.

In questa “nuova realtà” che tutti dobbiamo affrontare, inoltre, c’è l’aggravante della Fatica Morale. Come spiega perfettamente questo articolo de il “Rolling Stones”, “ Le ultime settimane di cambiamento epocale ci hanno costretti a ri-aggiustare noi stessi in modalità che non avremmo mai nemmeno immaginato”.

Oggi ogni decisione, partendo da quella di uscire di casa o meno, porta con sé l’enorme peso di mettere a repentaglio la nostra stessa vita e quella degli altri.

E, nonostante stia capitando a tutti la stessa cosa in tutto il mondo, la reazione di ognuno è differente: alcuni saranno spronati a lottare ancora di più mentre altri si nasconderanno dietro a delle scuse e rallenteranno.

Nessuna delle due reazioni è totalmente sbagliata però, ed entrambe richiedono autocontrollo affinché nessuno finisca per fare troppo o troppo poco. Le “Maratone Motivazionali”, come le chiamo io, possono portare al massacro e -eventualmente- a grandi delusioni.

Eccoti cinque consigli per poterti dare un equilibrio tra lo strafare e il combinare niente:

1. Ridefinisci cosa significa per te produttività/successo. E questo non significa fermarsi, ma bensì essere maggiormente consapevoli di cosa sta succedendo alla tua mente e al tuo corpo. Realizza che certi obiettivi una volta realistici, in questo momento, potrebbero essere del tutto impossibili. Se prima ti concentravi su 3 cose in un giorno, ora scegline una e portala a termine al meglio.

2. Liberati del “dovrei” e cerca di capire perchè lo usi. Come ti ho spiegato poco fa, non c’è un modo corretto per gestire questa situazione. Quando ti trovi a dire “dovrei”, fermati e cerca di capire perché stai sentendo una spinta a dover fare certe cose o portare a termine certi obiettivi. Poi, concentrati su cosa ha davvero bisogno il tuo corpo e fai del tuo meglio per ascoltarlo di più.

3. Affronta ogni giorno separatamente. Ti può capitare di avere un giorno produttivo, ma ciò non significa che domani sarà altrettanto. Affronta un giorno alla volta e datti delle scadenze più flessibili. Non pianificare troppo in là ma focalizzati sul presente.

4. Identifica cosa ti da la carica e spendi più tempo in queste faccende. Ripeto, hai meno tempo per te in questo periodo -non di più come ti fanno credere-. Inoltre sei maggiormente sotto stress, quindi intensifica i momenti in cui ti prendi cura di te stesso. Se normalmente non ti focalizzi su te stesso, inizia oggi. Se di solito ritagli un’ora della tua giornata per te, ora fanne due. Avviare una carriera è importante ma non puoi andare avanti senza benzina quindi fai il pieno!

5. Non fare tutto da solo. Questa quarantena ci fa sentire più isolati, anche se siamo introversi per natura e amiamo stare da soli. Avere una spalla su cui contare aiuta sempre nel raggiungimento di un goal e ora, più che mai, connettere con il prossimo è cruciale per farcela anche durante i momenti peggiori.

E, cosa più importante, ricordati che non puoi rovinare questo momento più di tanto. Non puoi sprecarlo e non puoi farlo fiorire più del dovuto. Non c’è alcun giudizio finale in tutto ciò, quindi, decidi tu come utilizzare questi giorni. Siamo tutti con te.

Tags:

La Nostra Playlist

Non Perderti Nulla

Iscriviti Alla Nostra Newsletter