PRESENTAZIONE DI YOUTUBE MUSIC – IL NUOVO SERVIZIO DI STREAMING DI YOUTUBE

YouTube è da molto tempo la piattaforma di riferimento per tutti i contenuti video, che si tratti di serie, notizie, video musicali, contenuti virali generati dagli utenti o qualsiasi altro genere. Negli anni è diventato anche un sito di grande successo per lo streaming e la scoperta di ogni genere di musica.

Nel frattempo il suo genitore, Google, ha creato il proprio servizio di streaming e download: Google Play Music. Entrambi garantiscono un accesso ad ampio raggio alla musica nuova e vecchia, e a quanto pare si auspica di fornire a tutti gli utenti un servizio in un unico posto.

YouTube ha appena annunciato che il nuovo servizio di streaming musicale verrà lanciato martedì 22 maggio in cinque paesi: Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda, Messico e Corea del Sud. YouTube Music verrà offerto sia come app gratuita supportata dalla pubblicità sia come servizio a pagamento in abbonamento (YouTube Music Premium).

Se ha seguito la serie “Monthly Industry Wrap-Up” di TuneCore, sa che si è parlato di un nuovo lancio da parte di YouTube, che inizialmente si diceva dovesse essere chiamato “YouTube Remix”.

YouTube definisce il suo nuovo servizio come “un’app mobile rivisitata e un player desktop nuovo di zecca progettati per la musica”, con “migliaia di playlist, le versioni ufficiali di milioni di canzoni, album, radio per artisti ed altro ancora, oltre a tutti i video musicali che le persone si aspettano”.

Gli abbonamenti a YouTube Music Premium costeranno 9.99 $ al mese e tutti gli abbonati a Google Play Music avranno ogni mese l’iscrizione a questo servizio come parte dell’abbonamento mensile.

YouTube ha assicurato agli utenti di Google Play Music che nulla cambierà per quanto riguarda le modalità di accesso a tutta la musica acquistata, ai caricamenti e alle playlist sull’app.

Cosa significa tutto questo per gli artisti di TuneCore?

Gli artisti di TuneCore che hanno le proprie pubblicazioni online su YouTube e Google Play non dovranno fare nulla.

Successivamente, l’opzione per pubblicare musica su YouTube Music verrà offerta insieme a tutti gli store partner presso i quali distribuiamo attualmente. Se non lo avesse già fatto, aggiungere pubblicazioni distribuite in precedenza sarà gratuito. (In precedenza, sulla dashboard di distribuzione di TuneCore veniva proposto come “YouTube Art Tracks”).

Un grosso vantaggio per gli artisti indipendenti che utilizzano TuneCore per distribuire le proprie nuove uscite è l’accresciuta attenzione di YouTube verso la scoperta delle novità musicali. Oltre ad una funzione di ricerca intuitiva (come l’utilizzo di testi e descrizioni di brani sconosciuti che potrebbero essere stati ascoltati altrove), la schermata iniziale di YouTube Music si adatta alla cronologia di ascolto, alla localizzazione e alle attività dell’utente:

“All’aeroporto? Prima del volo consigliamo di ascoltare qualcosa di rilassante. In palestra? Suggeriamo dei brani che faranno accelerare il battito cardiaco”.

Tutto questo significa che la sua musica avrà maggiori probabilità di essere scoperta da persone che non vanno necessariamente alla ricerca di brani in base al titolo.

Inoltre, YouTube Music offrirà migliaia di playlist basate sul genere e sul mood, un metodo di scoperta e fruizione della musica che ha dimostrato di essere efficace nell’incrementare il profilo di artisti emergenti o di quelli indipendenti che altrimenti non verrebbero scoperti.

Secondo quanto scritto da Elias Roman (Product Manager di YouTube Music) in un post del suo blog, YouTube Music dovrebbe presto essere lanciato in Austria, Canada, Danimarca, Francia, Germania e altri paesi, e lascia intendere che verrà presto lanciata anche l’app YouTube Premium. Visiti il blog per saperne di più.

Come sempre, gli artisti di TuneCore possono contattare il nostro eccellente team di supporto per artisti per qualsiasi ulteriore dubbio o richiesta.