[Nota della redazione : articolo scritto da Fabrizio Galassi]

 

Con oltre 900 milioni di utenti mensili, Instagram sta rivaleggiando con Facebook il primato di social più frequentato. E’ quindi necessario sfruttare al massimo la possibilità di coinvolgere gli utenti/ascoltatori pensando a una piccola strategia di comunicazione.

1# Come incrementare i follower del vostro account

Non è una cosa semplice, soprattutto se non lo avete fatto ‘prima’ dell’esplosione commerciale. Oltre a popolare il vostro account con il pubblico che vi segue sia ai concerti sia sulle altre piattaforme, dovete cercare di trovare nuovi contatti. Uno dei modi migliori è quello di seguire non solo chi vi interessa (label, produttori, musicisti, riviste, etc.), ma iniziare a seguire anche i follower degli account che vi interessano. Il follow back si attesta ancora sul 40/50%, ciò significa che se iniziate a seguire 100 profili, ne avrete circa 40 che inizieranno a rimanere aggiornati sulle vostre novità.

2# Vita privata o vita artistica?

Partiamo dal presupposto che Instagram è il vostro reality show e che al pubblico piace sapere cosa state facendo in quel preciso momento. Questo non significa tappezzare il vostro account con decine di foto della tazzina del caffè che vi state bevendo, del cornetto che state mangiando, della strada che state percorrendo e così via. Ma dovete alternare i vostri contenuti promozionali con contenuti di vita reale; in questo modo il pubblico si ‘fiderà’ di voi, si ‘fiderà’ del fatto che gli state raccontando la verità e vi premierà nel momento del contenuto promozionale.

3# Storie e Post

Partiamo dalla durata dei filmati: nelle storie avete 15 secondi, nei post fino a 60 secondi. Ma al tempo stesso le storie sono più coinvolgenti perché rappresentano un istante ben preciso ed è come se non potessi perdermelo perché dopo 24 ore non esisteranno più. Provate a differenziare quello che pubblicate nei post da quello nelle storie, magari inventandovi un format video, come fosse una sfida da portare a termine, ad esempio la cover di un brano suddivisa in blocchi da 15 secondi. Non cercate di trovare il contenuto perfetto, iniziate e basta, pubblicate con regolarità quotidiana, vedrete che il vostro stile si materializzerà da solo.

4# Gli hashstag

E poi arriva il momento più complicato: la creazione degli hashtag. Spesso si perde molto più tempo al cancelletto che non nella composizione del post. Ne metterò troppi? Troppo pochi? Quale sarà quello giusto? Quale quello più trending? Cerchiamo di definire il loro utilizzo:

  •        La giusta quantità è da 7 a 10 hashtag per post; se avete bisogno di più parole sfruttate i commenti. Inserire le parole chiave in questi spazi vi permette di avere un post pulito che non sembra spam.
  •        Oltre a quelli generici, inserisci # personali, che riguardano la tua musica e che siano riconoscibili (#TuoNuovoBrano, #TitoloAlbum, #CallToAction, etc.)
  •        Utilizza tool online come Websta.me grazie al quale puoi vedere quali sono gli hashtag più utilizzati in quel momento.

#5 Studiate i vostri diretti concorrenti

Quando parliamo di concorrenti in ambito musicale intendiamo gli artisti che possono essere simili a voi, vuoi per genere o per tipologia di pubblico. Create una lista di musicisti italiani e stranieri, iniziate a seguirli e soprattutto partecipate alla loro attività con commenti, like o rispondendo alle loro storie. Non solo vi farete conoscere, ma capirete molto meglio il tipo di strategia o approccio hanno con i loro fan, quali contenuti postano, quando li postano, quali sono i momenti personali, quali quelli promozionali, e vi aiuteranno a trovare il vostro stile.

Utilizzate i commenti per raccontarci la vostra esperienza oppure per chiederci consigli.

Tags:

La Nostra Playlist

Non Perderti Nulla

Iscriviti Alla Nostra Newsletter