Jennifer Paige, artista TuneCore, è stata molto occupata. Il suo nuovo duo, Paige & Palermo, ha appena ricevuto ottime recensioni sul suo primo EP, Stay. Buzzworthy (MTV.com) ha scritto “con il loro modo di cantare sussurrato, ricordano una Lady Antebellum a tinte più elettroniche e in alcuni tratti persino i Fleetwood Mac”. Jennifer oggi condividerà con noi alcuni consigli per far parlare i media di sé anche senza un addetto stampa …

Sono un’artista indie: quando qualcuno mi chiede quale sia il mio budget, mi viene quasi da ridere. Ma cosa possiamo fare a costo zero? Per un artista indie, persino spese ridotte possono accumularsi rapidamente e trasformarsi in ostacoli. Il denaro che spendiamo è il nostro, non abbiamo un mecenate alle spalle o una ricca etichetta a coprire le spese. Dedichiamo tutto il denaro che ci siamo sudati alla creazione della nostra musica, e non resta nulla per promuoverla. Se però non la promuoviamo, nessuno la ascolterà mai.

Per nostra fortuna, la musica è diversa da qualsiasi altra cosa e si diffonde con rapidità pazzesca. Io lo so bene: è proprio quello che è successo al mio primo singolo, “Crush”. Sono balzata in testa alle classifiche in tutto il mondo subito dopo aver firmato il mio primo contratto, prima di creare un album fotografico, quando ancora non avevo neanche pensato al significato di “PR”! Se Internet e i social media sono dalla nostra parte, oggi più che mai possiamo farci ascoltare su scala mondiale. Ma per farlo, dobbiamo iniziare a pensare come un addetto stampa.

La verità, ragazzi miei, è che siamo soli! Dobbiamo farci furbi. Tirare fuori i nostri assi nella manica.

Abbiamo BISOGNO che i blog parlino di noi.

Abbiamo BISOGNO di persone che ci seguano e interagiscano con noi sui social media.

Abbiamo BISOGNO che le radio mandino in onda i nostri pezzi.

Abbiamo BISOGNO che i fan vengano ai nostri spettacoli.

Abbiamo BISOGNO di te, Ellen… e anche di te, Oprah!

Ma come fare? Te lo garantisco: se ti prendi il tempo necessario a fare bene ciò che va fatto, la stampa PARLERÀ di te.

E ALLORA AVRAI MOLTI PIÙ FAN, E MOLTI PIÙ SOLDI PER CONTINUARE A FARE IL LAVORO CHE AMI.

7 modi straordinari di far parlare la stampa di te senza un addetto stampa

1) Semplifica le cose.

Sta a te raccontare la tua storia e dire al mondo cosa ti spinge a fare musica. Laura Goldfarb di Red Boot Publicity spiega che “Se hai una storia interessante e promuovi contenuti su tutti i social media disponibili, sarà molto più probabile che i media parlino di te. Gran parte del lavoro di pubbliche relazioni ha lo scopo di innalzare il tuo brand a un nuovo livello, e la coerenza è fondamentale per farlo”.

2) Renditi degno di attenzione.

Se hai una notizia da condividere, scrivi un comunicato stampa che possa attirare l’attenzione. Fai qualche indagine e compila un elenco di media che parlano del tuo stile musicale (o acquistane uno online). Assicurati di mandare solamente notizie pertinenti agli interessi dei redattori. Ricorda: è meglio inviare poche e-mail ben strutturate a un elenco di contatti appropriato che inviare SPAM a un elenco casuale di contatti nel mondo della musica. Per scoprire nel dettaglio in che modo offrire la migliore immagine di sé, dai un’occhiata a PR You! The essential do-it-yourself guide to public relations, di Becky Vieria e Michele Smith.

3) Aiuta a citarti.

Di recente, un mio Tweet è stato ritwittato da una delle autrici di Billboard. Quando ha iniziato a seguirmi su Twitter, le ho chiesto se fosse interessata ad ascoltare un mio nuovo progetto (1° passo). Dopodiché le ho inviato della musica da ascoltare (2° passaggio): a questo punto, la palla passava alla mia musica. All’autrice è piaciuta molto, tanto che si è offerta non solo di parlarne, ma anche di intervistarmi. Missione compiuta! E senza bisogno di un addetto stampa. OH YEAH!

4) Batti il ferro finché è caldo.

La cosa più difficile è spingere qualcuno a credere in te per primo. Ma quando qualcuno scrive qualche articolo su di te e inizi a farti un nome, è fondamentale che continui a darti da fare! Se ti approcci a un nuovo contatto, parla delle più note riviste che hanno parlato di te e del tuo lavoro. Solitamente basta questo per mostrare all’interlocutore che vale la pena parlare con te e spingerlo a passare dalla tua parte. Dopotutto, nessun redattore vuole rimanere indietro. E nessuno ha tempo da perdere, quindi… vai, vai, vai!

5) Tieni un blog ricco di informazioni utili.

Tutti siamo esperti di qualcosa. Alcuni sanno bene come fare un tour anche con un budget ridotto all’osso, altri magari hanno creato una campagna di crowdfunding che è andata a buon fine. Non è andata a buon fine? Beh, puoi comunque parlare degli errori che hai commesso e di come evitarli. Il punto è che ognuno di noi ha delle informazioni preziose da condividere. Includi un link alla tua musica o al tuo sito Web in ogni post che scrivi. Se inizia a circolare, molto probabilmente i lettori daranno un’occhiata al link che hai inserito e scopriranno le tue canzoni. Fai in modo di essere visibile: sii sempre alla ricerca di nuove opportunità di condividere la tua musica al di fuori della tua cerchia di amici.

6) Cerca di somigliare a Keaton.

Mentre ero in tour con l’artista indie Keaton Simons, ho visto in prima persona tutto ciò di straordinario che faceva. Quando gli ho chiesto un consiglio per ottenere l’attenzione dei media senza un grosso budget di PR, non ha esitato a rivelarmi il suo segreto: “Per me è una questione di coerenza e persistenza, e dipende dalla tua capacità di apprezzare ogni singolo fan. Nulla può sostituire il contatto diretto che ottieni mentre sei in tour, e un vero fan è la miglior pubblicità che potremmo desiderare! Nel settore musicale di oggi possiamo scrivere, registrare e pubblicare una canzone in UN SOLO giorno: pubblicare nuovo materiale regolarmente è un ottimo modo di tenerti in contatto con i tuoi fan”. Sono pienamente d’accordo con Keaton. Alla fine torniamo sempre alla musica, e il fan è il Re. Il 10 giugno Keaton si esibirà al The Ellen Degeneres Show: credo che solamente questo basti a dimostrare che tutto dipende dalla creazione di fedele gruppo di fan.

7) PR ben curate = pubblicità gratuita

Beth Hood Fromm di OMG Publicity è stata così gentile da condividere con noi alcune delle risorse che un artista affamato e disposto a pensare fuori dagli schemi potrebbe trovare interessanti. Iscriviti subito!

  • HARO – Help a Reporter Out (e qualche consiglio per iniziare a usarlo)
  • Per quanto ProfNet non sia gratuito, per chi non può permettersi un retainer o un addetto stampa potrebbe valere la pena di tentare il piccolo investimento necessario.

Una volta credevo che la vera arte potesse esprimersi da sola. Avevo torto marcio: se noi per primi non parliamo della nostra musica, non lo farà nessuno. L’interesse, l’attenzione della stampa, i fan… tutto questo parte da noi e finisce con noi.

È fondamentale capire che essendo artisti non vendiamo semplicemente della musica: le nostre canzoni racchiudono delle esperienze di vita, che raccontiamo così che altri, cantandole, possano pensare “è proprio così”. La musica può cambiare la vita e in alcuni casi anche salvarla. Avere il compito di condividere il dono della musica è un onore.

Vai avanti: CONDIVIDI LA TUA MUSICA CON ORGOGLIO, e RACCONTA LA TUA STORIA CON CORAGGIO. Assicurati di mostrare il tuo lato migliore, e chissà quando la dea bendata toccherà proprio te!

Il genio delle pubbliche relazioni che c’è in te ti ringrazierà: nel profondo, sa bene che siamo noi gli artefici delle nostre fortune.

 

Tags:

La Nostra Playlist

Non Perderti Nulla

Iscriviti Alla Nostra Newsletter